Recensione ASUS TUF GT501 – ASUS ROG CROSSHAIR VI EXTREME – AMD RYZEN 5 3600 (Parte 1)

 

Avete proprio letto bene! Oggi parliamo di  ASUS TUF GT501  e ASUS ROG CROSSHAIR VI EXTREME e del processore Ryzen 5 di AMD. Componiamo poi tutti i pezzi e creaiamo un PC da usare con il nostro cockpit full replica Airbus A320 di FSCOCKPIT! Dopodiche’ parleremo delle prestazioni del Ryzen 5 di AMD con la piattaforma di simulazione volo Prepar3d.

Partiamo dalle basi…. Il case che abbiamo scelto per iniziare a costruire il nostro PC è l’ ottimo ASUS TUF GT501. Il case di ASUS è uno dei piu’ versatili e spaziosi in commercio .

È giunto il momento di vedere la nuova creazione di Asus in termini di telaio. E questo è costruito in acciaio zincato con uno strato di vernice antigraffio e vetro temperato, è un case in formato a mid tower  con coperchio PSU rimovibile e tre ventole AURA RGB da 120 mm preinstallate accanto a un’altra parte posteriore.

Ottima  ergonomia con le due maniglie superiori con le quali possiamo trasportare il case.

Asus TUF Gaming GT501 è di  misure abbastanza ampie ed ha una grande capacita’ interna.
Puo’ contenere anche schede video di ampie dimensioni .
Il case ASUS TUF GT501 è arrivato in una grande scatola di cartone con un enorme logo del telaio sulla faccia principale accanto al marchio e al modello. Sul retro e sul lato il produttore ha incluso le informazioni sulla sua scheda tecnica .
Quello che dobbiamo fare è aprire la scatola, per trovare il case  protetto su entrambi i lati da supporti in polistirene espanso. Il prodotto è molto facile da rimuovere dal suo imballo  in quanto possiamo aiutarci  con le maniglie preinstallate nella parte superiore.
All’interno dello stesso case abbiamo gli accessori corrispondenti, conservati in sacchetti sigillati e in una scatola di cartone:
  • Manuale d’uso e certificato di garanzia
  • Sacchetti di viti e adattatore per il pannello di accensione del pannello
  • Manopola di controllo manuale per fan di illuminazione con alimentazione SATA
Sappiamo tutti che la serie Asus TUF è caratterizzata dall’uso di materiali robusti per offrire all’utente il miglior rapporto qualità-prezzo.
Senza dubbio, è una serie con molta personalità e questo si riflette anche in questa scatola Asus TUF GT501. È un telaio costruito principalmente in acciaio zincato spesso 1,5 mm sia all’interno che all’esterno, e vetro temperato su uno dei lati che permette la visione dell’ interno del case e ne permette la visiualizzazione dei giochi di luce dei led delle ventole .
Troviamo al suo interno la cover rimovibile dell’alimentatore e alcuni elementi specifici nello chassis, come filtri o pannello I / O.
All’ esterno il case è verniciato di colere grigio scuro a spruzzo e in stile industriale nero, che ha anche una protezione antigraffio.
Le misure del case sono: profondità  545 larghezza  251 e 552 mm di altezza.
Il peso del case a vuoto è  di 10 kg, quindi siamo nella media . C’ e da dire pero’ che grazie alle maniglie sulla parte superiore , il case è di facile movimentazione.
Iniziamo un analisi piu’ accurata del case ASUS TUF GT501.
Nella parte superiore del case spiccano queste due maniglie in cotone intrecciato in grado di sostenere fino a 30 kg, che vengono fissate grazie a due impugnature in plastica abbastanza grandi e spesse e, a loro volta, fissate per mezzo di un cinturino in velcro.
Nell’area dell’impugnatura , i cinturini , sono protetti da una gomma che conferisce maggiore resistenza e comfort.
Queste maniglie possono essere rimosse quando vogliamo aprendo il velcro.
Nella parte superiore abbiamo anche un grande filtro antipolvere magnetico che protegge l’intero case dalla polvere che potrebbe entrare . In questa grata possiamo installare radiatori fino a 360 mm.
Inoltre sempre nella parte superiore ma sul bordo frontale abbiamo in una  sezione separata :
2x USB 3.1 Gen1
2x jack da 3,5 mm per audio e microfono
Pulsante di accensione
Continuiamo con la parte anteriore del nostro  Asus TUF Gaming GT501, costruita in metallo ed è completamente rimovibile. Ha griglie perforate su entrambi i lati per consentire il passaggio dell’aria all’interno e anche per vedere l’illuminazione delle ventole.
In effetti, quest’area ha angoli piuttosto accentuati che danno a  questa serie TUF molta personalità. Nella parte frontale come detto in precedenza abbiamo tre ventole da 120 mm con illuminazione a LED RGB compatibile con Asus AURA Sync (illuminazione led che tantissimi prodotti ASUS e ROG hanno di serie ) o tramite il controllo incluso nel case (all interno) e al quale  possiamo collegarci altro hardware ASURA SYNC compatibile per modificare gli effetti di illuminazione.
Nel pannello laterale sinistro di Asus TUF Gaming GT501 è stato installato un grande vetro temperato che occupa praticamente l’intero lato del case.
In questo caso, si tratta di un pannello di 4 mm che non presenta oscuramento di sorta e quindi tutto l’hardware interno può essere visto perfettamente.
La modalità di fissaggio di questo pannello è semplice ed efficace.
Dovremo posizionare il pannello su una guida nella parte inferiore del telaio e fissarlo con due viti nella parte superiore, proprio sul lato.
Il pannello laterale destro è praticamente uguale al sinistro e anche se in questo caso è una lamiera d’acciaio verniciata opaca e nera e il sistema di bloccaggio è lo stesso.
In questo pannello abbiamo uno spazio per la gestione del cablaggio di circa 3 cm, molto spazio e anche con un sistema di fissaggio dei cavi  con strisce di velcro.
Nella parte posteriore possiamo vedere la larghezza di questo telaio e lo spazio per la gestione dei cavi, che si trova proprio sul lato sinistro dell’intero sistema di gestione.
Partendo dal basso, c’è l’apertura per l’alimentatore, che dovrà essere inserito dall’interno, e appena sopra ci sono 7 slot di espansione accanto ad altri due slot verticali per GPU.
E infine troveremo il foro per la ventola, dove è preinstallata la ventola da 140 mm,  senza supporto ad AURA SYNC e quindi senza illuminazione .
Questa ventola è responsabile dell’espulsione dell’aria verso l’esterno.
Ora veniamo alla parte inferiore del case che ha piedini in  gomma antivibrante e una fessura per l’ingresso dell’aria dell alimentatore  protetta con un filtro antiparticolato in plastica di alta qualità.
Sulla parte inferiore vicina alla parte frontale abbiamo anche spazio per l installazione di serbatoi per l eventuale raffreddamento a liquido del case. In futuro proveremo anche il raffreddamento a liquido 😉
La parte inferiore del case contiene anche uno scomparto di divisione tra la parte PSU e i suoi vaci e il resto del case stesso!
Questa soluzione permette di nascondere l antiestetico alimentatore e i suoi cavi e lascia spazio ad una gradevole visione con logo TUF ASUS.
La parte anteriore del case (al suo interno ) contiene anche 7 alloggiamenti per hard disk a stato solido e classici hard disk . Se non vogliamo occupare tutti gli spazi possiamo decidere di smontare facilmente il supporto.
Grazie allo spazio recuperato possiamo ad esempio ottenere piu spazio per la scheda video supplementare (se vogliamo fare un setup crossfire).
Il case ASUS TUF GT 501 supporta schede madri  nei formati Mini ITX, Micro ATX, ATX ed E-ATX.
Abbiamo voluto fortemente l ASUS TUF GT501 per sostituire il nostro vecchio case e costruire un pc modulare ma con grande scalabilità per le future espansioni.
Abbiamo voluto per il nostro upgrade del sistema di volo anche la scheda madre ASUS ROG CROSSHAIR VI Extreme , un AMD RYZEN 5 3600 , 16 GB DDR4 , la scheda video ASUS ROG VEGA 56 OC (che è stata la scheda  piu’ usata dai simmer che abbiamo incontrato in questo ultimo periodo ) e un PSU da 1000w. Praticamente tutto hardware ASUS e ASUS ROG!
Per quanto riguarda la scheda video possiamo dire che oggi ci sono soluzioni AMD ancora piu performanti come la 5700 XT , la ASUS ROG Vega 56 8 GB OC  ancor oggi pero’  ha un ottimo rapporto qualita’ prezzo.
Ora parliamo della capacità di raffreddamento di Asus TUF Gaming GT501, un telaio che è all’altezza dei top di gamma. Vediamo quali opzioni abbiamo in termini di ventole :
Anteriore: 3x 120 mm / 2x 140 mm
Posteriore: 1x 120mm / 1x 140mm
Superiore: 3x 120mm / 2x 140mm

Dato che abbiamo elementi di illuminazione RGB AURA SYNC ,  in questo Asus TUF Gaming GT501, vale la pena di spiegare brevemente di cosa si tratta e come possiamo ottenere il massimo da esso.

Bene, abbiamo questa illuminazione non nel telaio, ma nelle tre ventole anteriori. Da loro, escono due cavi, uno che sarà per collegarli alla tensione e un altro che è composto  da quattro pin RGB al quale è associato un telecomando per cambiare il colore senza farlo via software.

Possiamo anche collegare questo connettore a una scheda madre Asus (come abbiamo fatto noi con l ASUS ROG CROSSHAIR compatibile AURA SYNC ) . Grazie alla connessione alla scheda madre potremmo cambiare i vari colori dei led della scheda madre e della scheda video insieme a quelli delle ventole del case TUF GT501!
Una parola sola…. divino!!!!
Per completare questa analisi di Asus TUF Gaming GT501, vediamo come abbiamo realizzato questo assemblaggio.  Ovviamente si parte dal PSU e dalla sua installazione , poi facciamo passare i cavi nel retro case grazie ad un ampio spazio ,  facciamo veramente poca fatica. Dopodichè passiamo al montaggio della  scheda madre , al montaggio della CPU , della scheda video ASUS ROG Vega 56 OC e al collegamento degli hard disk che abbiamo inserito negli ampi allogi che il TUF 501 GT ci mette a disposizione! Il pc lo abbiamo completato in meno di 2 ore di lavoro effettivo …. compreso il tempo di fare delle foto che alleghiamo alla review.
Direi che concludendo possiamo dire che questo ASUS TUF GT501 è un ottimo case sia per chi ne vuole fare una macchina da gioco sia per chi è un esteta e vuole godersi lo spettacolo che offre la sua predisposizione all AURA SYNC di ASUS . Il tutto condito con una estrema facilita’ di assemblaggio e alle ottime proporzioni che ne fanno uno dei migliori compromessi spazio hardware / spazio occupato.
Prossimamente andremo a completare la review con la recensione della scheda madre ASUS ROG CROSSHAIR VI Extreme e con la review dell AMD Ryzen 5 3600.
Stay tuned e nelle prossime settimane parleremo ancora a fondo di ASUS e di ASUS ROG !!!!
A cura di Merlo Fabio

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami