OCULUS QUEST E ULTRAWINGS – Recensione Parte 1

0

 

Finalmente parliamo di Realta’ Virtuale e aumentata applicata alla simulazione di volo ! 

Oculus oggi è per la realta’ virtuale quelle che Microsoft è stata per il sistema operativo negli anni 80 e 90 .  

Oculus è stata la prima a portare sui PC dei giorni nostri l Virtual Reality . Infatti prima di Oculus , la realta’ virtuale era per pochi e soprattutto troppo costosa e senza supporto di giochi di tripla A. 

Oculus grazie al suo Rift è entrata a far parte della storia. Agli albori , questa tecnologia veniva catalogata come superata e con notevoli controindicazioni (vedi nausea).  

Grazie a Oculus Rift pero’ tutti i videogiocatori e gli appassionati di tale tecnologia hanno potuto iniziare a cimentarsi con avventure grafiche, partite a calcio, volo senza soffrire cosi’ tanto di nausea come altri visori ci avevano abituati . 

Il Rift pero’ aveva un difetto (che ancora oggi tutti i suoi competitor hanno) , il famigerato bisogno di potenza sovraumana e un cavo lungo perche’ fino ad oggi nessuno era riuscito nell intento di rendere questi oggetti wireless ma allo stesso tempo affidabili e performanti . 

Oggi Oculus , ormai di proprietà di Facebook da qualche anno, è riuscita proprio in questo intento . Avere un dispositivo Oculus , quindi di realta’ virtuale e aumentata, performante, senza la necessita’ di collegarlo con un cavo al nostro PC , comodo da indossare e che dia quasi zero senso di nausea. Inoltre che sia Stand-Alone! Si avete capito bene !!! Oggi Oculus razie ad Oculus Quest ci ha portato tutto questo dentro le nostre abitazioni! 

Oculus Quest , uscito quasi un anno fa, porta tutto quello che abbiamo scritto in precedenza.  Oculus Quest ha un potente processore Snapdragon 835 al suo interno che permette al visore di essere stand-alone e 64 o 128 GB di spazio di memorizzazione e carica attraverso USB-C.  

Grazie ad un App da scaricare sul nostro smartphone possiamo facilmente configurarlo e partire nel navigare lo store e scartabellare l’ immensa libreria di titoli presenti per Oculus Quest! 

Si perche’ abbiamo a disposizione centinaia di titoli e …. tenetevi forte …. quasi tutti quelli che vi vengono in mente gia’ usciti su piattaforme come PSVR , Mixed Reality o Steam platform! 

Grazie ad una capillare partnership con i piu’ grandi sviluppatori , Oculus è riuscita a mettere a lavoro gli sviluppatori piu’ blasonati per creare una version Oculus Quest dei loro titoli VR. 

Quindi avremo a disposizione The Climb , UltraWings, Racket Fury, tantissimi documentari interattivi di National Geographic  e chi piu’ ne ha piu ne metta! 

L’ Oculus Quest oggi è fornito completo di controller che permettono di interagire con i contenuti attraverso le nostre mani e un carica batterie . 

Oculu Quest inoltre è dotato di 4 telecamere che permettono al giocatore di stabilire i confini dell area gioco , grazie alla funzione pass-trough che permette per il tempo di configurazione, di visualizzare l ambiente che ci circonda per segnare con i controller la nostra safe-area.  

Fatto questo una volta che inizieremo a giocare , se ci dovessimo spostare ai limiti dell area o fuori da esse, il nostro Oculus Quest ci avvertira’ e ci fara’ rientrare nella nostra safe-area. 

Che dire la tecnologia di questo piccolo gioiellino è uno step oltre la concorrenza !  

Come abbiamod etto in precedenza per la sua configurazione abbiamo bisogno di un app sul telefono che permette di connettere l oculus alla WIFI di casa nostra. Fatto cio’ ci possiamo dimenticare se vogliamo dell’ App e “lavorare” direttamente sul dispositivo . 

Ora veniamo al sistema operativo del Quest. Appena avviato ci troviamo proiettati direttamente dentro un living room e li’ oltre ad ammirare la casa e i suoi arredamenti possiamo anche sfogliare le opzioni e andare nello store per scaricare i nostri giochi preferiti.  

Grazie all’ ultimo aggiornamento software Oculus ci ha fornito anche il riconoscimento della mano e dei suoi movimenti , direttamente senza usare i controller in dotazione , ma usando proprio le mani davanti ai nostri occhi . Abbiamo avuto modo di provarlo solo in un titolo che lo supporta per ora , ma in futuro tantissimi sviluppatori aggiorneranno i propri titoli per dare agli utenti questa possibilita’ che apre porte molto interessanti per il futuro! 

Noi abbiamo provato UltraWings , simulazione di volo gia’ presente su molti altri device sia VR che non , ma che per noi che ci occupiamo di simulazione di volo è un primo test valido per capire e testare le grandi potenzialità dell’ Oculus Quest . 

UltraWings di Big Planet Games è un ottimo titolo che permette sia ai neofiti che agli hard core simmer di cimentarsi nel pilotare un velivolo . Partendo da un aliante motorizzato. 

La nostra prova si è occupata di verificare in primis le caratteristiche di Oculus Quest .  

Che dire , la nostra prova ci ha lasciato a bocca aperta. Immediatezza, performance elevate anche se le texture “cartonesche” non sono paragonabili a quelle di un simulatore come Microsoft Flight Simulator.  

Partiamo dalla Runway, che ci è stata assegnata con l’ opzione “Prendi il brevetto” ,carichi di entusiasmo. Da subito ci accorgiamo che il nostro velivolo risponde benissimo ai comandi . L accensione dei motori e il set dei flaps è immediato anche con l uso dei crontroller Oculus. 

Poi dopo aver dato manetta ci stacchiamo da terra e li’ capiamo il lavoro fatto dagli sviluppatori .  

Frame rate altissimi e ottimizzazione sul LOD permettono di immergersi completamente nel volo e nel titolo ! Proviamo la reale sensazione di volare non solo grazie alle performance del gioco ma anche grazie al peso esiguo del visore , al suono suono integrato immersivo e al suo processore Snapdragon 835 che spinge al massimo il titolo senza mai sbavare e senza mai farci provare senso di nausea. 

In conclusione possiamo consigliare Oculus Quest a tutti gli appassionati di game e agli appassionati di simulazione , proprio perche il Quest porta oggi quello che finora non è mai esistito sul mercato : visore all’ avanguardia, leggero , comodo, performante e con un portafoglio di titoli che non ha niente da invidiare alle console piu’ blasonate. Lo consigliamo sia agli appassionati ma anche ai casual gamers, che in due minuti netti  si ritrovano immersi a giocare il loro titolo preferito . 

Oculus inoltre ha aggiunto la possibilita’ attraverso l’ Oculus Link feature di utilizzare tutta la libreria giochi per Rift S!!! Si avete capito bene !! Grazie ad un semplice cavo USB si puo’ connettere il Quest al PC e giocare a tutti i titoli OCulus Rift S compatibili! 

Ma di questo e dell’ uso di Lockheed Martin Prepar3d con l Oculus Quest ne parleremo in un prossimo articolo! 

 

A cura di Merlo fabio 

 

 

 

 

 

Leave A Reply