AMD

Microsoft Flight Simulator – La recensione

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi è il grande giorno del takeoff del nuovo Microsoft Flight Simulator!

Grazie a Microsoft e alla loro disponibilità abbiamo avuto modo di recensire con un codice preview il nuovo capolavoro di ASOBO e di Microsoft!

Sono passati 13 anni dall’ uscita di Microsoft FSX ! L’ ultima fatica degli ex ACES studio di Microsoft prima della loro chiusura.

Microsoft FSX è stato il precursore di un era. FSX è stato il piu’ amato simulatore sin dalla nascita del franchise nel lontano 1978, quando Bruce Artwick ha iniziato la saga dei simulatori di volo creando FlightSimulator per Apple e successivamente dando in licenza a Microsoft la pubblicazione e lo sviluppo della versione PCIBM compatibile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Insomma sono passate due generazioni e Microsoft Flight Simulator è sempre qui ! Ad appassionare i piloti virtuali di tutto il mondo e a fare training per i piloti reali di tutto il mondo …. Microsoft Flight Simulator è il piu’ lungo franchise di sempre …. precursore dei simulatori per le masse e papa’ dei simulatori professionali per piloti e ingegneri .

Ricordo come fosse ieri mio padre , anche lui appassionato di volo , quando arrivo’ a casa dicendomi : Ho comprato un PC IBM compatibile per giocare a FlightSimulator , vedrai che dopo il primo volo ti appassionerai e questa passione non ti lascerà piu’! Detto fatto ….. e oggi dopo 30 anni sono qui a recensire l’ ennesimo capitolo che ci porterà nel futuro .

Come dicevamo in precedenza , il nuovo Microsoft Flight Simulator è stato creato da Microsoft e da ASOBO Studio. Questi ultimi sono stati chiamati da Microsoft visto le tecniche all’ avanguardia che solo lo studio francese ad oggi è in grado di offrire : Fotogrammetria , streaming realtime e AI che ricostruisce il mondo onthefly , utilizzando i dati reali di altezze di edifici , posizione e forma (questo anche grazie al partner Blackshark.AI che ha messo a disposizione le sue tecnologia avanzate di intelligenza artificiale).

Microsoft Flight Simulator ci proietta nel mondo del domani . E’ zeppo di novità tecnologiche usate per la prima volta nel mondo del gaming . Lo streaming realtime attraverso Bing Maps , il calcolo dinamico delle ombre e della luce che penetra nelle nuvole, l’ I.A che crea le città intere ….. insomma non sappiamo da dove partire !

Microsoft Flight Simulator mette a disposizione ai giocatori 37.000 aeroporti nel mondo. Le differenze tra le varie versioni standard/deluxe/premium sono nella varietà degli aerei e nella quantità di aeroporti fatti a mano .

Per snocciolare le varie differenze vi rimandiamo a questa comparativa:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A parte le differenze di contenuti , le varie versioni che Microsoft ci propone , sono identiche . C’e da dire pero’ che se si decide di acquistare la copia fisica (e noi di Simmarket siamo tra i distributori ufficiali) a seconda delle versioni avremo contenuti fisici diversi , come ad esempio  libri e guide dettagliate nella versione premium ! Andate a dare un occhiata al nostro sito dedicato Simmarket.

Microsoft Flight Simulator è stato creato strizzando l’ occhio al futuro , alla VR alla Mixed reality e alla nextgen delle console di casa Microsoft!

La User interface è stata sviluppata grazie ad un nuovo tool che permette di sviluppare in HTML . Molto fluida e lineare è di semplice comprensione. Le informazioni e i settings sono accessibili .

Dal menu’ principale possiamo scegliere se andare a modificare le opzioni , creare un volo libero, entrare nei tutorial (necessari per chi non mastica tutti i giorni i simulatori di volo ), effettuare le Landing missions (delle quali parleremo piu approfonditamente piu’ avanti ) , entrare nel Marketplace in-game gestito direttamente da Microsoft .

La grafica della User Interface principale è stata studiata a “tab” cosi’ come la maggior parte dei giochi che siamo abituati a vedere nella nostra Xbox e nei PC.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scelto poi il volo libero possiamo semplicemente scegliere uno dei 44000 aeroporti disponibili nel mondo , scegliere il meteo LIVE oppure una situazione meteo particolare (che comprende sole, neve pioggia nebbia etc a vari livelli di quota) , scegliere la parte della giornata nella quale fare il volo, scegliere uno degli aerei a disposizione (liner come il Boeing 777 – Boeing 747 o airbus a320 oppure uno degli altri aerei G.A) e finalmente iniziare a volare!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per la nostra prova iniziale abbiamo scelto l Airbus A320 con partenza da LIMJ (Genova Sestri) e arrivo a LIRF (Roma Fiumicino).

Microsoft Flight Simulator ci porta al gate di Genova con l’ aereomobile in modalità cold and dark. Intorno all’ aeromobile troviamo tutti i ground services possibili e immaginabili (catering truck, ramp agent, pushback truck )

Asobo e Microsoft non hanno creato tutorial per aiutare i neofiti ad usare un liner , ma fortunatamente noi sappiamo come comportarci di fronte al bestione d’oltralpe e quindi siamo pronti ad andare a leggere la ben fatta Checklist che porta all accensione dell aereo e ai check-prevolo.

Ultimata in qualche minuto la checklist ora abbiamo l APU accesa e siamo pronti ad imbarcare i passeggeri . Bhe che dire l’ emozione è tanta …. anche se siamo abituati a Prepar3d , questo è tutto un altro mondo ….

Caricati virtualmente i passeggeri chiudiamo i portelloni (grazie allo shortcut che abbiamo configurato nella apposita sezione di key mapping nel menu Settings) e iniziamo la procedura di accensione dei motori .

Devo dire che Microsoft e ASOBO hanno fatto un gran lavoro anche nel virtual cockpit di ogni singolo aereo. Ogni leva e switch sono operativi …. e inoltre per facilitare il pilota virtuale nel trovare i giusti switch e interruttori , gli sviluppatori si sono inventati delle view particolari che debitamente selezionate portano l attenzione del pilota zoomando sugli switch utili.

ASOBO e Microsoft hanno re-implementato from scratch tutta la parte della gestione delle viste , oltre che ovviamente l’ engine relativo alla gestione del virtual cockpit.

Messo il nostro Bus sulla pista di LIMJ decolliamo ! Che emozione !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Appena staccati da terra si inizia a sentira la differenza tra la fisica di FSX e la fisica del nuovo MSFS. Appena stacchiamo le ruote dalla pista l aereo si comporta come nella realta …. diventa instabile per qualche secondo in preda al forte vento traverso che ci sposta di qualche metro . LA fisica senza dubbio è stata re-implementata e migliorata rispetto al vecchio FSX.

L autopilota funziona a dovere (almeno fino ad ora) , si inserisce e mantiene la rotta da noi preimpostata .

Abbiamo visto Genova e il suo centro storico alzandoci in volo . Diciamo che pur volando a 1500 piedi riusciamo a riconoscere le vie e la conformazione degli edifici . Tutto questo è incredibile ! Lo streaming Azure e la ricostruzione onthefly degli edifici è velocissima e non ha esitazioni!

Ovviamente ci sarebbe anche la possibilità di volare offline ma sicuramente la fedeltà grafica e la precisione delle mesh e degli edifici non restiruirebbe certo la stessa emozione.

Arrivati su Roma , iniziamo la discesa, è il tramonto . Si possono notare le luci della città e della zona aeroportuale. Che emozione! ASOBO ha fatto un gran lavoro per riprodurre in maniera molto fedele le fonti di luci notturne… il tutto sembra reale … anzi è reale ! Sto veramente pilotando un airbus verso Roma fiumicino …. Mi sento molto confuso !

Scherzi a parte , possiamo dire la VNAV funziona a dovere , agganciamo l ILS e giu’ il muso verso la pista . Per la nostra prova utilizziamo il sidestick di Thrustmaster (Airbus series) . Un gioiellino che con meno di 100 euro ci porta direttamente dentro la cabina di pilotaggio di un Airbus !

Arrivati alla minima vediamo gli edifici aeroportuali … qui abbiamo un lieve calo di frame rate che dai 30 fps ci porta ai 20 -25 , ma questo fortunatamente solo per qualche secondo …. Infatti appena tutti gli edifici dell’ aeroporto sono stati renderizzati , il frame rate torna ai suoi 30 fps stabili .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Arrivati alla minima stacchiamo l autopilota e andiamo via di manuale con il sidestick . L’ Airbus è stato curato nei minimi dettagli e la sua fisica , grazie anche agli ingegnieri Airbus , è molto vicina alla controparte reale…

Tocchiamo la pista … inversori di spinta e applauso dei passeggeri virtuali ! Atterrati sani e salvi a LIRF , dopo un viaggio veramente delizioso , la vista del tramonto , la citta’ eterna in lontananza, i dettagli della vegetazione e degli edifici , il 4k …. insomma Microsoft Flight Simulator ci ha fatto vivere un viaggio che nessun simulatore è mai stato in grado di darci .

 

 

 

 

 

 

 

 

Asobo e Microsoft hanno sviluppato un motore grafico da urlo , un motore next gen che utilizza le ultime tecniche disponibili sul mercato ,  per restituire all’utente ombre realistiche, nuvole e cielo perfette (soprattutto in 4k) , scenari mozzafiato quasi indistinguibili dalla realtà … tutto questo basato sulla trentennale piattaforma che Microsoft aveva gia’ sviluppato fino a FSX, aggiornandola e ammodernandola ma senza stravolgerla completamente.

Dopo avervi raccontato di questa esperienza di volo parliamo ora di come Microsoft Flight Simulator puo’ girare sui nostri pc e cosa chiede in cambio per dare al pilota virtuale una esperienza premium.

La nostra prova è stata fatta su un PC cosi’ composto:

-AMD Ryzen 5 3600

-16 GB DDR4

-AMD Radeon 5700 XT

-ASUS Crosshair VI Extreme

-Samsung TV 55 pollici 4K

Con questa configurazione abbiamo mantenuto i 20-30 FPS con dettagli ULTRA ma non per tutte le opzioni .

Approfondiremo con diverse prove future su hardware piu’ carrozzato…. stay tuned per i futuri articoli .

Microsoft Flight Simulator ha iniziato la sua storia moderna con le prime pre-alpha build nel 2017 . Da allora i tecnici di ASOBO e Microsoft hanno cercato di utilizzare al meglio Microsoft Azure e BingMaps cercando di sviluppare un Engine che permettesse lo streaming online dei dati del mondo intero .

Ovviamente c’e stato tanto lavoro soprattutto nella prima parte del progetto . Arrivati poi ad una quadra , hanno aggiunto l A.I per ricreare gli edifici e le altezze di essi e per ricreare nel miglior modo possibile luoghi reali .

Dopo questi primi prototipi si è passati a capire come si poteva migliorare il Rendering Engine di FSX aggiungendo caratteristiche delle Direct X 11 partendo dalle API Direct X 9 e 10 (sulle quali era basato FSX).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ASOBO e Microsoft per ora si sono fermati alle API DirectX 11 ma in futuro penso ci sara’ il salto verso le ultime DirectX sulle quali è anche basata la futura Xbox Series X. Infatti ASOBO ha gia’ confermato l’ uso del raytracing e questo sara’ possibile solo portando l Engine verso le DirectX 12.

Inoltre in autunno ci aspettiamo anche molti Content Update (ogni 3 4 mesi)  che porteranno nuovi aerei, nuove features e la tanto richiesta modalità VR. Questa sara’ da subito compatibile con l’ headset HP Reverb G2 e in futuro anche con tutti gli altri Mixed reality headset.

Parliamo ora della curva di apprendimento. Qui c’e un discorso da fare, che puo’ essere visto da diversi punti di vista.

Per un pilota virtuale “navigato” ovviamente il simulatore è utilizzabile in pieno sin dal primo volo . Anche un pilota virtuale “novello” potra’ trovare subito la soddisfazione , effettuando da subito i tutorial molto ben fatti , che danno subito le basi per fare voli VFR con aerei da turismo .

Invece qualche piccolo ostacolo in più potrebbe avercelo un pilota virtuale che dopo qualche volo turistico, vuole cimentarsi con un liner come il Boeing 747 o l Airbus A320. Bhe qui avra’ qualche difficoltà visto che non esiste ad oggi un tutorial o un manuale che spiega per filo e per segno tutte le procedure e tutti gli switch e i comandi presenti nella cabina del liner. Questo potrebbe essere frustrante , pero’ d’ altro canto possiamo dire che ci sono tante aziende terze parti che offrono libri, guide, tutorial e persino lezioni online . ASOBO e Microsoft hanno dovuto fare una scelta , a mio modesto parere veramente molto azzeccata… dare una piattaforma di simulazione molto completa ma che non scendesse troppo nei dettagli , visto che il mercato 3rd party è molto presente nel settore delle simulazioni di volo . Ci sono tantissime società e tanti indie developer che rilasciano addon che riescono a dare profondità alla gia’ ottima piattaforma di simulazione ….  Insomma ASOBO e Microsoft hanno voluto premiare sia gli utenti e i piloti virtuali ma anche lasciare spazio ai migliaia di addon che ruotano intorno al nostro amato mondo dei simulatori di volo !

Quindi anche in questo caso possiamo solo dire BRAVI RAGAZZI di ASOBO/Microsoft ! scelta molto lungimirante quella di non uccidere il mercato 3rd party ma anzi di spronare lo stesso a dare il massimo possibile!

Ora arriviamo alle conclusioni finali .

Microsoft Flight Simulator è il culmine di 30 anni di lavoro da parte di Microsoft , che messo insieme alla esperienza nella fotogrammetria e nella creazione di scenari realistici di ASOBO ha fatto si che questo capolavoro segni un punto di inizio per tutti i giochi sia del mondo console sia del mondo PC . Ad oggi non abbiamo nessun gioco e nessun simulatore al mondo in nessuna piattaforma disponibile al pubblico che restituisca un emozione cosi’ forte sia dal punto di vista dei contenuti (il mondo intero ragazzi!) sia dal punto di vista grafico .

Voto 10+/10

Nelle prossime settimane continueremo gli articoli su Microsoft Flight Simulator approfondendo aspetti tecnici e cercando di dare anche consigli su che hardware comprare per poter volare al meglio !

Un grazie di cuore ai PR di  Microsoft (Chiara , Luisa di Microsoft Italia e Shon di Microsoft Corporate) che mi hanno permesso di avere tutte le informazioni necessarie per iniziare questa serie di articoli e mi hanno fornito supporto e review code !

A cura dell’ Editore Merlo Fabio

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x